PER IL CODICE DELLA STRADA BISOGNA RISPETTARE UNA PROFONDITÀ MINIMA DEL BATTISTRADA DEGLI PNEUMATICI DI 1,6 MILLIMETRI, MA SE VOLETE CIRCOLARE SICURI NON È L’UNICA VARIABILE DA CONSIDERARE.

Siamo a conoscenza che gli pneumatici a volte sono costosi, ma bisogna considerare anche che sono l’unico punto di contatto fra il veicolo e l’asfalto, sono quindi, uno tra i componenti fondamentali della nostra auto.

Spesso si ritiene che sia solo l’usura il parametro con cui valutare se un treno di pneumatici è da sostituire o meno. Il Codice della Strada ci obbliga di cambiarli quando la profondità del battistrada scende al di sotto di 1,6 mm, ma bisogna considerare anche l’età della gomma. Chi viaggia per pochi chilometri all’anno si dovrà sostituire gli pneumatici prima della completa usura.

Complicato stabilire un metodo di valutazione preciso e valido per tutti. La gomma di cui è composto uno pneumatico si usura non solo per l’utilizzo ma anche per la semplice esposizione a fattori ambientali. Dunque, se riparate l’auto sempre in appositi garage avrà pneumatici di lunga durata, se invece, parcheggiate l’auto all’aperto sottoposta al sole, dovrete sostituire più spesso le gomme.

Dopo quando bisogna cambiare gli pneumatici?

In Svizzera, nel 2011 è stato effettuato un test prendendo in esame pneumatici da 2 a 14 anni di età con ancora 5 mm di battistrada. Per fare le apposite verifiche, si è provata la frenata sia su asciutto che su bagnato, percorrenza di un tracciato bagnato e test di handling. Si è giunto a conclusione che con pneumatici di 5 anni di vita le prestazioni notevolmente inferiori. Ancora di più per le gomme con 10 anni o più. In pratica, significa che con una gomma di 5 anni, lo spazio di frenata su bagnato agendo sui freni ad una velocità di 80 km/h servono 6 metri in più per fermarsi.

CONTATTA A-CRACCHIOLO